Il settore si occupa di promuovere la realizzazione di percorsi educativi e di assistenza rivolti a minori e adulti in situazioni di disabilità, fragilità, svantaggio e tutela.

L’obiettivo principale di tali interventi è quello di rispondere in modo efficace e mirato a problematiche legate al progetto di vita dei soggetti coinvolti attraverso un approccio integrato, qualificato e personalizzato.

Attraverso metodi educativi fondati sul rispetto dei diritti della persona, sulla promozione dello sviluppo della personalità e delle potenzialità, gli interventi sono concordati con i soggetti stessi, le loro famiglie, scuole, Servizi Sociali, A.S.L, associazioni e territorio nell’ottica del lavoro CON  e NEL contesto.

SOSTIENICI

Anche quest’anno puoi contribuire a sostenere Eureka nelle sue attività educative che coinvolgono i cittadini della città e della provincia di Piacenza, per ampliare sempre l’offerta di servizi educativi rivolti alle famiglie, ai bambini e ai ragazzi

PROGETTI

Servizi di assistenza sociale per adulti e minori disabili e in situazione di svantaggio sociale. Il servizio completa reti di Servizi Educativi ed Assistenziali sugli stessi temi, con una presa in carico multi disciplinare e completa che offre ai territori proposte efficaci ed efficienti.

In stretta sinergia coi servizi di assistenza sociale, l’educatore territoriale condivide con questi la presa in carico, la progettazione, la supervisione e la messa in rete degli interventi educativi inerenti al progetto di vita del soggetto svantaggiato. Conoscenza del territorio e capacità di lavoro in rete rendono questo servizio uno snodo fondamentale per la valorizzazione delle potenzialità e l’ottimizzazione delle risorse.

Eureka è iscritta all’elenco Regione Emilia Romagna degli Enti Promotori di Tirocinio Formativo autorizzati. Pertanto funge sia da Ente Promotore oltre che da Ente Ospitante per i medesimi.

Si occupa di tutte le fasi di attivazione dalla progettazione all’individuazione della sede di inserimento oltre che alla supervisione

Il servizio offre anche attività di orientamento, valutazione delle competenze in ingresso e informazione sulle possibilità formative e lavorative del territorio.

L’equipe del SED progetta, gestisce e supervisiona l’attività di sostegno educativo presso il domicilio della persona disabile, svantaggiata o in disagio sociale sia esso minore o adulto in collaborazione coi servizi sociale o in diretta collaborazione con famiglie e associazioni.

Obiettivi, calendario e personale impiegato rispondono ai bisogni individuati e prevedono un alto livello di personalizzazione.

Il servizio progetta e gestisce sostegni educativi – assistenziali mirati all’inclusione degli alunni disabili in ogni ordine di scuola e grado in collaborazione con i Comuni, le scuole stesse e l’azienda Sanitaria Locale

Si tratta di una struttura residenziale sita in Bobbio (Pc) che si rivolge a n° 5 persone adulte diversamente abili con un intervento educativo-assistenziale h 24 per tutto l’anno solare.

La struttura è convenzionata con l’Unione Montana Vali Trebbia e Luretta, con il coinvolgimento dell’ASL territoriale e del FRN per cui hanno priorità di accesso i candidati inviati dal Servizio Sociale dell’Unione e, ad esaurimento posti, altri candidati in base alle indicazione dettate dalla Regione Emilia Romagna.

Il progetto prevede la messa a disposizione gratuita di libri alla cittadinanza attraverso la raccolta di donazioni librarie, la messa a nuovo dei volumi e la collocazione degli stessi in luoghi strategici.

Il progetto è promosso dall’AGENFI-Associazione genitori futuro insieme e gestito da Eureka. E’ rivolto a persone adulte disabili frequentanti il Centro Socio Occupazionale di Rivergaro e Gossolengo residenti nei due Comuni.

PREVENZIONE ALL’ISTITUZIONALIZZAZIONE DI MINORI IN CONTESTI FAMIGLIARI FRAGILI

Il progetto nasce a fine 2010, risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, le 10 Città italiane (riservatarie del fondo della Legge 285/1997) e i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, come le cooperative del privato sociale, le scuole, le Aziende che gestiscono i servizi sanitari degli enti locali coinvolti. Esso rappresenta dunque anche il tentativo di creare un raccordo tra istituzioni diverse (Ministero, Università, Enti locali) che condividono la stessa mission di promozione del bene comune, oltre che tra professioni e discipline degli ambiti del servizio sociale, della psicologia e delle scienze dell’educazione, che solo unitamente possono fronteggiare la sfida di ridurre il numero dei bambini allontanati dalle famiglie.

Il Programma persegue la finalità di innovare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie cosiddette negligenti al fine di ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti intorno ai bisogni dei bambini che vivono in tali famiglie, tenendo in ampia considerazione la prospettiva dei genitori e dei bambini stessi nel costruire l’analisi e la risposta a questi bisogni. L’obiettivo primario è dunque quello di aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare la qualità del loro sviluppo, secondo il mandato della legge  149/2001.

Eureka ha partecipato negli anni a diverse edizioni del progetto formando educatori, coordinatori ed assistenti sociali su questo nuovo approccio e  sulle tecniche correlate.

SOSTEGNO MATERNITÀ FRAGILE

Si rivolge a famiglie multi problematiche, con più fattori di rischio con l’obiettivo di monitorare longitudinalmente la famiglia nei primi due anni di vita del minore, e in alcuni casi il programma inizia già dalla gravidanza. E’ una forma di prevenzione secondaria/terziaria, che ad ampio raggio, cerca di prevenire maltrattamento, abuso trascuratezza, fornendo un sostegno precoce alla famiglia. L’operatore entra nel contesto del domicilio della famiglia, e lavora sia per garantire il benessere e lo sviluppo socio-emotivo del bambino sia per ridurre lo stress genitoriale.

Il servizio si rivolge a minori in situazioni familiari multiproblematiche o ad alta conflittualità di coppia oppure ospitati in comunità d'accoglienza o in affido etero-familiare. Eureka è in grado di offrire sazi neutri adeguati alle varie fasce d’età oltre che ad equipe formate ed esperte nella progettazione e gestione degli incontri protetti in rete con servizi sociali, Asl e tecnici privati.

L’obiettivo del servizio, oltre a garantire il diritto di visita dei minori con i genitori in qualunque condizione siano, è volto anche a sostenere la relazione con il genitore non affidatario/convivente in un luogo accogliente e rassicurante per il bambino, in un contesto di neutralità e di assenza di conflitto.

Servizio territoriale a carattere diurno e a bassa intensità assistenziale destinato a persone con disabilità medio-gravi impossibilitate o non ancora pronte a sostenere un impegno occupazionale in un vero e proprio ambiente lavorativo, aventi comunque livelli di autonomia personale discreti. Le finalità del servizio sono l'attivazione di interventi di formazione/addestramento lavorativo in ambiente protetto, propedeutici o sostitutivi all'inserimento sostitutivo in azienda e favorire il mantenimento e il potenziamento delle abilità relazionali ed operative.

I nostri Centri fungono anche da presidi sul territorio per le persone disabili e le loro famiglie in termini di aggregazione, strutturazione del tempo libero e attività sportiva. Organizzano anche soggiorni residenziali di sollievo e training delle autonomie, nonché di vera e propria vacanza.

CONTATTACI

Per informazioni riguardo i nostri servizi a tutela delle disabilità compila questo modulo e ti ricontatteremo al più presto.