Youth Worker

“Youth Worker – Giovani al lavoro” è promosso dall’Unione dei Comuni dell’Alta Val Trebbia e della Val Luretta. In particolare i comuni che ne fanno parte sono Bobbio, Cerignale, Coli, Corte Brugnatella, Ottone, Piozzano, Travo e Zerba.

Si rivolge a tutti quei giovani – almeno diciottenni – e meno giovani disoccupati o in cerca di un’occupazione migliore che abbiano la voglia ed il desiderio di non andarsene dai paesi dove sono nati, oppure di tornare là dove nascono le proprie origini a persone con voglia di impegnarsi e dedicare il proprio tempo e le proprie forze per intraprendere un’attività nelle zone della nostra provincia tutti quelli che hanno un’idea da realizzare ma non sanno come farlo, e anche a chi semplicemente cerca un lavoro fuori dalla città.

Una delle prime azioni del progetto è stata quella di rivolgere a un gruppo di giovani un percorso formativo, al termine del quale è stato individuato una Youth Worker, una giovane che avrà il compito di favorire l’incontro tra due mondi spesso estranei tra loro, i giovani del territorio e il mercato del lavoro locale.

Come lo farà?

Promuovendo lo sviluppo delle competenze dei ragazzi la loro partecipazione alla vita sociale e la valorizzazione del loro contributo: per questo il primo passo sarà incontrare i giovani, insieme a tutti coloro che vorrebbero un filo più diretto con il mondo giovanile, per trovare personale e risorse sul proprio territorio.

Un anno fa è stato avviato il progetto “Youth worker, Giovani al lavoro”  con cui si è individuato e formato giovani professionisti specificatamente impegnati nelle azioni di contrasto alla precarietà e di promozione del lavoro. Il progetto, finanziato dalla regione Emilia Romagna, è promosso dall’Unione dei Comuni dell’Alta Val Trebbia e della Val Luretta e ha come partner i comuni di Castel S. Giovanni, Borgonovo, Pianello, Alta Val Tidone, Ziano; gli Istituti scolastici superiori Volta di Castel San Giovanni/ Borgonovo, e Tramello di Bobbio, Endofap Don Orione e la Parrocchia S. Maria Assunta di Bobbio.

La prima azione del progetto, gestito dalle cooperative sociali Eureka, L’Arco e dall’associazione La Ricerca, è stata quella di selezionare lo Youth Worker attraverso un percorso formativo gratuito e aperto ai giovani interessati, organizzato dall’Ente di Formazione Endofap Don Orione.

Al termine del percorso formativo che ha avuto una durata di 30 ore e che ha interessato diverse aree tematiche (Consulenza pro-working individuale e di gruppo; acquisizione di competenze relazionali, gestionali, comunicative e pedagogiche; competenze digitali), i docenti stessi hanno selezionato tra i partecipanti al corso un candidato che diventerà immediatamente operativo.

Un’azione molto importante di tale progetto è la promozione della figura dello Youth Worker sul territorio e a tal proposito verranno organizzati alcuni eventi rivolti alla popolazione giovanile e finalizzati alla comunicazione del progetto.

SEGUICI SUI CANALI SOCIAL

https://www.instagram.com/youthworkerpc/

per un contatto diretto scrivi a Greta

youthworker.pc.dp@gmail.com